AL30

rf_al-blog-31 (Demo)

FISHING – LECCIA, PREDATORE DEL MEDITERRANEO

La leccia è una specie che negli ultimi anni ha incredibilmente incrementato la sua presenza lungo le nostre coste. E il fatto che la taglia media degli esemplari catturati non sia inferiore ai 2 chili, dimostra che questi pesci nascono ed effettuano la prima fase della crescita lontano dalle nostre acque, ma…

ALCUSTOM-AL25-fra-le-onde (Demo)

AL CUSTOM IN FIERA AL BIG BLU

Quest’anno al Salone Nautico Internazionale Big Blu, nei padiglioni della Fiera di Roma dal 20 al 24 febbraio, AL CUSTOM si presenterà con la propria flotta quasi al completo. Verranno esposti tre dei quattro modelli prodotti dal cantiere specializzato nella costruzione di fisherman in fibra di carbonio ad alte prestazioni: AL19, AL21 e AL25.

rf_al-blog-34 (Demo)

FISHING – TOTANARE FLOTTANTI

Il potere catturante delle totanare è tanto più alto quanto più queste risultano flottanti in acqua. Vediamo come montarle sul terminale in base alle diverse situazioni che i possiamo incontrare pescando dalla barca.

FISHING-ATTITUDE-rod-building-6 (Demo)

FISHING TACKLE – ROD BUILDING

L’arte del rod building nasce parallelamente alla creazione della prima canna da pesca e, giorno dopo giorno, si è affinata al punto di diventare un processo fondamentale nella definizione di quel mistico e libidinoso attrezzo che congiunge predatore e preda.
Ma il lavoro del montatore non si riduce a un semplice assemblaggio di componenti e colori…

Il Capitaine nulla ha da invidiare come potenza ai grossi carangidi ed è sicuramente una preda più difficile ed estremamente sospettosa.

PESCA IN SENEGAL – LE GROS CAPITAINE

Comune dalle coste del Senegal sino a quelle del Congo, è una preda davvero potente che spesso riesce a tagliare anche robusti terminali o aprire grossi ami innescati con i gamberi grigi di laguna, uno dei suoi cibi preferiti.
Lo si cattura a surf, pescando su spiagge profonde ed estuari, ma anche a fondo dalla barca, a spinning e, a volte, persino a fly fishing, Ma comunque lo agganciate, l’esito dello scontro con “Le Capitaine” non sarà mai scontato…

rf_27.2 (Demo)

PESCA – SPADINI, LASCIAMOLI CRESCERE

L’etica del pescatore sportivo non sempre è innata, ma sicuramente con gli anni di militanza in mare si acquisisce e si rafforza man mano che si vive a contatto con i pesci. Lentamente si instaura quel rispetto e quell’amore che differenziano un vero lupo di mare da un fruitore senza scrupoli della natura. Alcuni parametri di comportamento diventano naturali: come non gettare gli oggetti in mare o evitare di pescare in aree ad alta concentrazione balneare.
Ma non sempre siamo pronti ad avere la stessa educazione e gli stessi scrupoli nella pesca, anzi le ultime stagioni hanno visto un aumento degli illeciti.
Uno tra i più deprecabili riguarda i pesci spada di piccole dimensioni. Ricordiamo che la misura minima italiana per il pesce spada è di 140 cm. dalla punta della spada alla congiungente delle due falci della coda, e comunque anche questa misura minima è decisamente opinabile ai fini della conservazione della specie. L’euforia della cattura in molti ha fatto ignorare le più semplici regole di comportamento. Al di là di tutte le considerazioni ambientalistiche, che spesso poco si sposano con la pesca sportiva, uccidere un pesce spada in tenera età è un’azione che dovrebbe procurare solo vergogna.

TEASER-2 (Demo)

TRAINA, TEASER E VIDEOCAMERE: FANTAPESCA

“Provocare, eccitare”. E’ la traduzione del termine dall’inglese che, nel campo della pesca, sta a significare tutti quegli strani aggeggi adatti a richiamare la curiosità dei pesci. Come una serie di cefalopodi, o di pesci in gomma, collegati con delle astine metalliche a formare un piccolo branchetto in fuga e trainati subito dietro la poppa della barca.
I teaser o le bar, quel complesso sistema di cui sopra, sono ormai entrati nell’uso comune anche nel nostro Mediterraneo, dopo essere stati inventati in altri oceani.
Pensate a cosa siamo riusciti ad inventarci per accrescere il numero delle catture e invogliare i pesci svogliati a mordere i nostri artificiali…
Oggi i teaser si sono perfezionati ed evoluti, con l’adozione di sistemi ibridi che prevedono l’aggiunta di pesci morti, trainati subito dietro i pesci finti, e l’utilizzo di speciali videocamere subacquee che riprendono tutti gli attimi dell’avvicinamento e degli attacchi dei pesci.
Fantapesca che ormai è diventata realtà.