FISHING – JIGS ED ESMOREGAL

Sal – Cabo Verde – C’era voluto un bel po’ e tanta insistenza per convincere Giorgio, l’italiano e proprietario del Cabo Verde Fishing Center, a portarmi sui banchi giusti, là in mezzo all’oceano Atlantico, in cerca delle esmoregal (Seriola rivoliana) o Olho de Boi come le chiamano i caboverdiani. Matheus, il mate, guardava divertito tutta quella attrezzatura e la pesante chincaglieria costituita dai tanti jigs di ogni forma e colore. Era chiaro che non nutriva alcuna fiducia in quella nuova tecnica e lo dimostrava sfacciatamente. In tanti anni che giro mi è sempre capitato il personaggio scettico, fa parte del gioco, ma qui bisognava davvero dimostrare di cosa eravamo capaci. Ma lavorare i jigs a 130-150 mt in mezzo ad un Atlantico che fa di tutto per buttarti fuori dalla barca, non era uno scherzo. Quando però le prime esmoregal cominciarono ad arrivare numerose a pozzetto… dovemmo letteralmente strappare la canna di mano dal nostro Matheus, che sembrava come preso dalla scimmia del jig.
Una passione che non lo ha più abbandonato.

testo e foto Alfio Quattrocchi

Post Correlati

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.