FISHING TACKLE – ARTIFICIALI WALKING THE DOG

Pesca con le esche artificiali: walking the dog
Walking the Dog e barracuda

Mi piacerebbe incontrarmi con la persona, illuminata senza dubbio, che inventò il walking the dog. Per costruire un popper credo che ci abbiano messo meno, alla fine ne ho visti fare con manici di badile e funzionavano benissimo, ma  un’esca artificiale per il WTD ha bisogno di uno studio attento delle forme per lavorare bene.
Riuscire ad ottenere quel movimento zigzagante e seduttore è un’arte che si perfeziona con una miriade di prove ed errori e che racchiude gran parte del successo dell’esca.
È una volta innescato che un artificiale per il WTD restituisce emozioni cariche di adrenalina, quando scivola dolcemente sulla superficie dell’acqua in attesa di un predatore che gli faccia festa.
L’avete capito, se dovessi trovarmi solo su un’isola deserta e potessi scegliere un’unica esca artificiale e una sola tecnica di pesca, non avrei dubbi: l’elegantissima walking the dog.

testo e foto Nicola Zingarelli

Post Correlati

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.