FISHING – CARANX IN THE WORLD

Carangidae: game fish icon of many fishing travels

A Carangidae victim of a streamer: unusual but it happens…

Caranx: fish icon of many fishing travels that lead fishing enthusiasts to explore every corner of the planet.
There are hundreds of different species “chased” by fisherman that sail the seas of the world, from the smallest to the reef giants like the Giant Trevally (Caranx ignobilis) or our amberjacks (Seriola dumerili), but perhaps it is in the indo-pacific ocean where we find the most interesting fish.
They also have beautiful names: for example, this one is the Gold Spotted Trevally (Carangoides fulvoguttatus), a species that does not like to attack floating lures but is seduced by plastic baits worked near the bottom or even streamers, in this case, mounted on a weighted line.
Even outside the flats, in the tropics, you can have nice fly fishing journeys, you just need will to work hard.

Content & photo by Nicola Zingarelli

 

Salva

Salva

Salva

Salva

FISHING – CARANGIDI IN THE WORLD

Carangidi, Game Fish ambiti dai fisherman di tutto il mondo.
Carangidi, Game Fish ambiti dai fisherman di tutto il mondo.

Un carangide vittima di uno streamer: inusuale ma capita…

Carangidi: pesci simbolo di molti fishing travels che portano gli appassionati di pesca a esplorare ogni angolo del pianeta. Adoro i carangidi, non per niente ho chiamato il mio web www.caranx.net e ancora resiste con lo stesso nome dopo quasi dieci anni. Ce ne sono centinaia di specie diverse “inseguiti” dai fisherman che solcano tutti i mari del mondo, dai più piccoli ai giganti del reef come i Giant Trevally (Caranx ignobilis) o le nostre ricciole (Seriola dumerili) ma è forse nell’indo-pacifico dove troviamo i pesci più interessanti per la nostra pesca.
Hanno anche dei nomi belli: questo, per esempio, è il Gold Spotted Trevally (Carangoides fulvoguttatus), una specie che non ama attaccare artificiali di superficie ma si lascia sedurre da esche di plastica lavorate vicino al fondo o anche streamer, come in questo caso, montati su una coda affondante. Anche al di fuori delle flats nel tropico si possono fare delle belle catture a mosca, bisogna solo aver voglia di lavorare sodo.

testo e foto Nicola Zingarelli

 

Salva